giovedì 1 maggio 2008

Pranzettino sciué sciué

No, non si tratta di ricetta partenopea, ma di un modo un po' più mediterraneo di dire "veloce veloce".
Questa ricetta fa parte della mia "preziosa" collezione cartacea (trattasi di una cartellina incasinatissima di ritagli, fotocopie, ricette e appunti su disparati supporti cartacei, il tutto decorato qua e là da cacao in polvere, farina, qualche ditata, etc. etc.): credo risalga ai primi anni '90, provenienza "Sale e Pepe", di certo pag. 20.
Veloce davvero da fare (l'ho preparata oggi per pranzo in una mezzoretta), si tratta di una versione salata del Clafoutis francese.
Potete servirlo caldo, ma è ottimo anche tiepido.
Potete re-inventarlo con un'altra verdura (io lo provai anche con le zucchine, moooolto delicato), scegliere le erbette aromatiche (la mia Pepi le chiama Erbe Romantiche!) che vi piacciono di più.


Voilà, suivez la recette et ....... bon appétit!



CLAFOUTIS DI POMODORINI, RICOTTA ED ERBE AROMATICHE
300 gr di pomodorini ciliegia
250 gr di ricotta fresca (io ho usato questa)
3 uova
2 dl di panna fresca
4 cucchiai di olio extravergine
1 spicchio di aglio
1 manciata di erbe aromatiche miste tritate
1 manciata di foglioline di origano (o timo) fresco
sale&pepe


Togliete i piccioli ai pomodorini, lavateli sotto l'acqua corrente fredda e asciugateli delicatamente con un canovaccio pulito.
Mettete i pomodorini in una padella con 2 cucchiai di olio, fateli saltare per 5 minuti a fuoco vivace, scuotendo la padella avanti e indietro.
Trasferiteli quindi sul fondo di una pirofila. Sbucciate e tritate l'aglio e in una ciotolina mescolatelo alle erbe aromatiche, sale e pepe e cospargete i pomodorini con il trito preparato.
In una ciotola sbattete le uova con la panna, unitevi metà della ricotta, il rimanente olio extravergine, sale e pepe. Versate il preparato sui pomodorini.
Aggiungete qua e là la ricotta rimasta, sbriciolata grossolanamente con le dita. Fate cuocere il clafoutis nel forno già caldo a 210° per 15-20 minuti, fino a quando la superficie si sarà rappresa e leggermente dorata. Cospargete con le foglioline di origano (o timo) fresco e servite il piatto caldo o tiepido.

5 commenti:

  1. ciao!piacere di conoscerti siamo arrivate a te attraverso il link di un link del link di nn so quale blog...ma cmq abbiamo scoperto una "cucina"bellissima!!!complimenti!!!
    inoltre abbiamo in comune quel gattino virtuale che noi abbiamo chiamato tittina...solo che...noi nn siamo riuscite a posizionarlo nella parte destra dello schermo...siamo proprio delle ciofeche...ci daresti una mano???grazie!

    RispondiElimina
  2. @ pawer & littlefrog - ho provato ad aiutarvi (vi ho lasciato un commento con un ipotetico percorso da seguire). Spero così che la vostra Tittina possa giocherellare in homepage!

    RispondiElimina
  3. Delizioso!Sicuramente da provare! Io ne faccio una versione con i peperoni. Buona serata Laura

    RispondiElimina
  4. @ Laura... buona con i peperoni, magari tricolori, che allegria!

    RispondiElimina

lascia un segno del tuo passaggio...