sabato 17 maggio 2008

Buon compleanno, sorellina!

Purtroppo il tempo (fedelissimo alle previsioni meteo) non è stato affatto clemente.
Questo non ci ha impedito di festeggiare il compleanno della mia sorellina (AUGURIIIII) e di mangiare con tutto il nostro appetito (figuriamoci il mio, a dieta da lunedì scorso!).
Gran grigliata di carne per gli onnivori (e per la gioia di Chica, quella vera, e cane Gerry), e per le due inguaribili vegetariane le spettacolari verdure gratinate del Tesoriere (questa volta si è superato...), l'insalatina dell'orto dei nonni e due piatti della Golosatra.
E per celebrare come si deve un compleanno, una fantastica torta Langhe di Tomasi (non vi so spiegare quanto è buona!).
La giornata è andata benissimo, nonostante la pioggia alternata a momenti di cielo comunque sempre coperto. Illasi è sempre un bel posto dove passare il tempo.

Questa foto è per Lo: ti presento gallo Ettore e la gallinella Clotilde.
La gallinona Ramona era imboscata da qualche parte. Forse a covare gli ovetti? Ah, una curiosità: tra gli ovetti c'è un clandestino. Un uovo di fagiano, introdotto all'insaputa dell'intero pollaio!
Bene, passiamo alle ricette!
CAKE CON FETA, POMODORINI SECCHI E ORIGANO
3 uova
150 grammi di farina
una bustina di lievito per torte salate
1 dl di olio extravergine di oliva
125 gr di latte
100 grammi di grana padano
150 gr di feta
una manciata di pomodorini secchi
una manciata di origano
sale&pepe

Questa ricetta è un adattamento di questa.
Montate leggermente le uova intere con il latte e l'olio. Aggiungete la farina setacciata con il lievito ed infine il grana grattuggiato.
Tagliate i pomodori secchi, spezzettate la feta, regolate di sale e pepe, e aggiungete al composto. Versate in uno stampo da plum cake imburrato e cuocete in forno già caldo (180°) per circa 45-55 minuti (fate la prova dello stuzzicadenti che deve uscire pulito).
Lasciate raffreddare prima di togliere il cake dallo stampo (in questo caso io ho usato uno stampo usa e getta in carta, che ho portato così com'era e tagliato in loco).
PASTIERA SALATA AL FARRO E PEPERONI
pasta brisé*
200 gr di farro già cotto al dente
200 ml di latte
1 uovo
1 peperone rosso
1 peperone giallo
1 scalogno
300 gr di ricotta
100 gr di grana padano
olio extravergine di oliva
un paio di cucchiai di aceto balsamico
un pizzico di zucchero di canna
sale&pepe
un pizzico di paprika

Mettete il latte e il farro cotto a bollire a fuoco lento, con un pizzico di sale (verificate prima se è necessario, meglio evitare se il farro è giò stato sufficientemente salato in cottura) finché avrà assorbito tutto il latte, quindi lasciatelo raffreddare.
Lavate e mondate i peperoni, tagliateli a quadratini piccolissimi e mettete nel wok con un filino d'olio. Spadellateli brevemente a fuoco vivace, regolate di sala, quindi continuare la cottura per circa 10 minuti a fuoco lento, finché si è asciugata l’acqua di cottura. Versate un paio di cucchiai di aceto balsamico e mezzo cucchiaino di zucchero e continuate la cottura fino a far evaporare completamente l’aceto.
Aggiungete i peperoni al farro, unite la ricotta, l'uovo leggermente sbattuto, il grana padano grattuggiato, un pizzico di paprika e mescolate bene (se necessario regolate di sale e pepe).
Foderate uno stampo a cerniera con la pasta brisé, lasciando la pasta alta sui bordi e versate il ripieno e livellatelo.
Tagliate dalla restante pasta brisé delle striscioline sottili, disponetele (proprio come si fa pere crostate alla marmellata) sopra il ripieno.
Cuocete in forno a 180° per 45/5o minuti circa.

piesse - questa è la minipastiera che si preparata Stefania con il suo stampino dell'Ikea, che va in forno per davvero. Voleva fare il picnic e si è portata il suo cestino apposta (regalo di compleanno della mia amica C.), la pioggia non le ha concesso questo piccolo lusso.
piesse 2 - per la *pasta brisé: io ho preparato una "dose" abbondante (per la cronaca ne è avanzata un pochina, domani mi inventerò che farne) con:
4oo gr di farina 00
25o gr di burro a tocchettini piccolini (freddo da frigo)
125 gr di acqua (idem come sopra, fredda da frigo)
un pizzico di sale
Amalgamate il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo (guardate la guida di Gennarino.org). Prima di utilizzarla, avvolgete la pallotta nella pellicola e lasciatela a sonnecchiare nel frigo almeno un'oretta.
Ovviamente potete prepararla il giorno prima, come ho fatto io, o se non avete proprio voglia di impastare, andate a pigliare due rotoli di quella pronta nel banco frigo del supermercato!)
PANE ALLA FRUTTA SECCA
Preparato con la macchina del pane programmata per sfornare alle 7.30 circa, poco dopo le 4 ho sentito il cicalino (miracolosamente, perché quando dormo neanche le bombe mi svegliano!) e mi sono alzata ad aggiungere la frutta secca, preparata in una ciotolina la sera prima di andare a nanna...
Queste sono le dosi che ho usato io, ma consiglio di esaminare il ricettario in dotazione con le macchine del pane per adattarlo alle vostre esigenze:
300 ml acqua
2 cucchiai olio evo
1 cucchiaino di zucchero
2 cucchiaini di sale fino
250 gr di farina manitoba
250 gr di farina di grano duro
100 gr di frutta secca mista*
*(ho trovato un interessante mix di noci, noci pecan, nocciole, anacardi e mandorle in nonmiricordoquale supermercato. Prima di affettare il pane da portare a tavola, ne ho imboscato un bel pezzettone nella credenza della sorellina. Così domani mattina lo può tostare e spalmare di miele: questo pane secondo me è fantastico a colazione!)

8 commenti:

  1. ma quante volte mi hai fatto fare..OOOOOHHHHH e UUUUUHHHHHH....le foto sono bellissime..davvero, guarda..le ho fatte vedere pure a Mimino (che si esalta poco per i blog, di più per le belle foto)...e che buonissime le ricette (anch'io semi-vegetariana cerco sempre ricettine nuove...e l'ulimo oooohhhhh con sorriso c'è stato per il pic-nic di pepi..che carino...ti abbraccio carina...mi fai sempre sorridere e si sa che ridere fa bene all'anima. un bacino. lety

    RispondiElimina
  2. ah..dimenticavo..AUGURI ALLA SORELLA!

    RispondiElimina
  3. Augurissimi alla sorellina e complimentissimi per gli amici a due zampe e per le ricette che sono sensazionali.....la pastiera al farro te la rubo subito, bravissima e buon fine settimana

    RispondiElimina
  4. Ciao golosastra! e Buona serata!
    na quante ricette buonissime che hai sfornato e mi aggiungo agli auguri di tua sorella!
    A presto
    Carla di lettoemangiato

    RispondiElimina
  5. allora commentooooooooo alle foto e alle ricette UHHHHHHHHHHHUHHHHHHHHHHHHHHUHHHHHHHHHHHHHHUHHHHHHHHHHHHHH!!!!
    commento a Ettore e Clotilde: ma come siete simpatici!!! Bellissimisssimi!
    Cri...che bello quanto ti sei divertita sono proprio contenta per te...si sente che sei stata bene!!! un bacione grandissimo!!!!

    RispondiElimina
  6. @ Lety - grazieeeeeee. Passerò parola alla sorellina!
    @ Eleonora - Passo gli auguri, comunque la pastiera è stata molto gradita soprattutto da Stefania, è bella consistente quindi ottima anche come piatto unico, basta aggiungere una bella insalatina! E soprattutto è perfetta per recuperare gli ingredienti, io il farro per esempio ce l'avevo già cotto!
    @ Carla - grazie grazie grazie, passerò parola!
    @ Lo - manca solo Ramona, che invece è una gallinona (è più grossa di Ettore e Clotilde messi insieme!). Buona domenica!

    RispondiElimina
  7. Ma che splendore di ricette. La pastiera salata me la sono copiata ! Ciao Laura

    RispondiElimina
  8. @ Laura - adesso sto meditando versioni con altre verdure...visto che è stata gradita!

    RispondiElimina

lascia un segno del tuo passaggio...