domenica 18 maggio 2008

galeotta fu la torta Alsazia

Un mesetto fa, Nicola postò un commento citando una certa torta Alsazia. Io "da vera intenditrice" avrei dovuto conoscerla.
Mai sentita nominare. Ma nemmeno Google l'ha mai sentita nominare, perchè ovviamente mi sono incuriosita e ho googlato alla ricerca di indizi su questo misterioso dolce (a proposito, se qualcuno ne ha notizie è invitato a lasciare un cenno nei commenti...)
Cercando cercando, ho trovato invece la ricetta della torta Alsaziana, che pure non conoscevo.
Ho trovato diverse versioni: marmellata sì, marmellata no, amaretti sì, amaretti no, pasta frolla, pasta brisé... alla fine io ho scelto questa, in onore della semplicità che per me non guasta mai.
Oggi l'ho offerta a merenda: faccio presente che io NON l'ho neppure assaggiata, ma ha superato la prova degustazione: ha gradito anche la mia amica C. alla quale non piacciono le torte di mele!


TORTA ALSAZIANA

base:
300 g farina
150 g burro
75 gr di acqua
30 g zucchero a velo
un pizzico di sale

farcitura:
600 gr circa di mele
200 ml di panna fresca
2 uova
80 grammi di zucchero di canna
mezzo baccello di vaniglia
un pizzico di cannella

Preparate una pasta brisé (vi rimando alla spiegazione di Gennarino.org, come già fatto ieri, si tratta però di una variante un po' "addolcita" grazie alla presenza dello zucchero a velo).
Una volta fatta riposare la pasta brisé, preparate una tortiera e foderatela con la pasta stesa.
Sbucciate le mele, privatele del torsolo e tagliatele a fettine sottili, regolari.
Disponetele con un po' di buona creanza sulla base, spolverizzatele con 3/4 cucchiaini di zucchero di canna e infornate a 180° (forno già caldo!) per una ventina di minuti.
Nel frattempo preparate la crema: sbattete brevemente le uova intere con lo zucchero, aggiungete la panna e quindi la vaniglia.
Estraete la torta dal forno, versatevi con cura la crema (lentamente, attendete che si intrufoli per bene tra le fettine di mela), infornate nuovamente per circa 40 minuti, fino a che la crema non si sarà perfettamente addensata e la superficie sarà ben dorata.
Attendere che si intiepidisca per bene prima di papparvela tutta!

11 commenti:

  1. MMMMMM deve essere proprio paradisiaca !!!! Buona serata Laura

    RispondiElimina
  2. Ok ho appena finito di leggere gli ultimi 5 post...ma dopo tutto questo cucinare il tuo forno ha chiesto un indennità di servizio, il prepensionamento, un mese di ferie???? ;P
    Sembra tutto ottimo, davvero complimenti (la mia preferita è la pastiera al farro)
    Un bacio e buon inizio settimana
    Fra

    RispondiElimina
  3. Deliziosa e bellissimaaaaaa!!!!Complimenti davvero per la torta e per il tuo blog un bacio enorme
    Alessia

    RispondiElimina
  4. @ Laura - ehem...lascio agli altri il giudizio, per colpa della dieta io non l'ho neanche assaggiata!
    @ Fra - il mio forno (che per la cronaca ha ormai 13 anni e non è neppure un gran forno. Credo che ai tempi fosse il più economico sul mercato dell'elettrodomestico da incasso!) ormai ha un piede nella fossa. Tengo le dita incrociate quando lo accendo e gli do un bacino quando ha finito di lavorare. Idem alla lavatrice...
    @ Alessia - grazie, davvero. Anche il tuo blog mi piace un sacco!

    Buona giornata a tutte!

    RispondiElimina
  5. è buonissima questa torta...non ho capito se era la torta che cercava nicola:-)
    il blog di veronica cresce ogni giorno di più....merita un occhiata
    http://ledeliziedellagiovaneeta.myblog.it/
    un bacio
    Annamaria

    RispondiElimina
  6. Ciao Cri, se tu sei un'intenditrice di torte, io mi reputo la regina della ricerca in internet (Mimino mi chiama searching's queen)..qualsiasi cosa, devo trovarla..assolutamente..quindi mi sono adoperata per te..magari non ti dico niente che non saprai già, se hai fatto delle ricerche anche tu, comunque...l'unica torta mantovana che ho trovato (ipotizzando che Nicola abbia confuso i nomi e non me ne voglia Nicola), diversa dalla sbrisolona è l'helvetia. la ricetta qui:
    notedicioccolato.it/ricetta/tortahelvetia
    di più non sono riuscita a fare, però ho un amico mantovano e potrei chiedere..bacino. lety

    RispondiElimina
  7. @ Annamaria - carisssima, la tua nipotina si sta davvero dando da fare! Aspettiamo che Nicola ci dica qual'è la torta Alsazia!
    @ Lety - anch'io ho cercato ovunque. Niente alsazia, solo alsaziana. Aspettiamo l'oracolo del rossomicione che ci rivelerà l'arcano della torta alsazia mantuana! Però l'helvetia mi sembra interessante...

    RispondiElimina
  8. Anche io conosco la torta di mele alsaziana (che ho postato un po' di tempo fa)e la preparo più o meno allo stesso modo.
    La servo con gelato alla cannella. Prova, un binomio eccellente!!
    Ciao paola

    RispondiElimina
  9. @ Paola - mi sembra un ottimissimo (mi sia concesso) abbinamento! Verrò a fare un giretto da te! Grazie della visita!

    RispondiElimina
  10. Non l'avevo mai sentita neanche io,la tua e' deliziosa !!! Ciao Lisa
    http://ricettedafairyskull.myblog.it

    RispondiElimina
  11. Aaahhh! Mi accorgo che Mikamarlez ha avuto l'intuizione del genio, e della vera esperta: la torta è l' HELVETIA, son sicuro, sbagliavo nome, le mele infatti non c'entrano.
    Cmq anche quella fatta da Cri deve essere una delizia!
    Mi scuso con la cara Golosastra e con tutti gli/le altri/e per aver mobilitato il blog con il mio errore.
    Un bacio. Nicola

    RispondiElimina

lascia un segno del tuo passaggio...