domenica 18 maggio 2008

galeotta fu la torta Alsazia

Un mesetto fa, Nicola postò un commento citando una certa torta Alsazia. Io "da vera intenditrice" avrei dovuto conoscerla.
Mai sentita nominare. Ma nemmeno Google l'ha mai sentita nominare, perchè ovviamente mi sono incuriosita e ho googlato alla ricerca di indizi su questo misterioso dolce (a proposito, se qualcuno ne ha notizie è invitato a lasciare un cenno nei commenti...)
Cercando cercando, ho trovato invece la ricetta della torta Alsaziana, che pure non conoscevo.
Ho trovato diverse versioni: marmellata sì, marmellata no, amaretti sì, amaretti no, pasta frolla, pasta brisé... alla fine io ho scelto questa, in onore della semplicità che per me non guasta mai.
Oggi l'ho offerta a merenda: faccio presente che io NON l'ho neppure assaggiata, ma ha superato la prova degustazione: ha gradito anche la mia amica C. alla quale non piacciono le torte di mele!


TORTA ALSAZIANA

base:
300 g farina
150 g burro
75 gr di acqua
30 g zucchero a velo
un pizzico di sale

farcitura:
600 gr circa di mele
200 ml di panna fresca
2 uova
80 grammi di zucchero di canna
mezzo baccello di vaniglia
un pizzico di cannella

Preparate una pasta brisé (vi rimando alla spiegazione di Gennarino.org, come già fatto ieri, si tratta però di una variante un po' "addolcita" grazie alla presenza dello zucchero a velo).
Una volta fatta riposare la pasta brisé, preparate una tortiera e foderatela con la pasta stesa.
Sbucciate le mele, privatele del torsolo e tagliatele a fettine sottili, regolari.
Disponetele con un po' di buona creanza sulla base, spolverizzatele con 3/4 cucchiaini di zucchero di canna e infornate a 180° (forno già caldo!) per una ventina di minuti.
Nel frattempo preparate la crema: sbattete brevemente le uova intere con lo zucchero, aggiungete la panna e quindi la vaniglia.
Estraete la torta dal forno, versatevi con cura la crema (lentamente, attendete che si intrufoli per bene tra le fettine di mela), infornate nuovamente per circa 40 minuti, fino a che la crema non si sarà perfettamente addensata e la superficie sarà ben dorata.
Attendere che si intiepidisca per bene prima di papparvela tutta!