sabato 3 maggio 2008

Buongiorno!

Ma, per voi, qual'è il modo ideale di iniziare la giornata?
E se fosse il profumino di briochine appena sfornate che aleggia per le stanze della vostra casa?
La ricettina la trovate da Nightyfairy (per chi come me impasta a mano) oppure da Moscerino (se disponete della comodità di mezzo meccanico che impasta per voi).
Io ho impastato ieri sera verso le 19.30 mentre aspettavo gli ospiti per cena, le ho lasciate lievitare fino alle 21.30 circa (ho sfruttato il tepore del forno spento ancora tiepidino, il volume è raddoppiato in un baleno). Quindi ho steso la pasta, formato i croissant disponendoli sulla placca del forno, li ho coperti con un canovaccio umido e li ho lasciati a fare le nanne fino a questa mattina.
Dopo una notte di sogni terribili con brioche tristissime che non lievitavano, con mostruose brioche che si gonfiavano a dismisura uscendo dal forno, di brioche misteriosamente scomparse dalla teglia... alle 6.30 mi sono alzata (le brioche c'erano ancora, evviva, ed erano ben lievitate!), ho acceso il forno, ho spennellato le brioche con il tuorlo e lo zucchero di canna e mi sono fatta un paio di cruciverba. Poi, una volta sfornate me ne sono tornata a nanna.
Forse è più salutare dormire sonni tranquilli e andare da Tomasi a fare colazione? Tra l'altro ho addocchiato una nuova treccina alle noci pecan e sciroppo d'acero che mi fa moooolta gola!

Ma tornando a ieri sera: ho preparato per cena un assortimento di focaccia pugliese, che io adoro.

Vi passo la ricetta, poi per farcirla affidatevi alla vostra fantasia.
Una l'ho preparata con pomodorini e olive nere (credo sia la Barese classica), una con cipolla, una con pomodorini, zucchine e carciofini e l'ultima semplicemente con olio, sale e rosmarino.I suoceri sono arrivati con scorte di alimenti vari, tra cui una mozzarellona di Bufala che se ne è andata insieme alla focaccia.

FOCACCIA PUGLIESE - impasto base

1 kg di farina manitoba
500 gr di patate
1 cubetto e 1/2 di lievito di birra
acqua tiepida
olio extravergine d'oliva
sale

Lessate le patate (io preferisco cucinarle al vapore) e schiacciarle per bene.
Lasciatele raffreddare e impastatele con la farina, il lievito sbriciolato, cinque cucchiai di olio evo, l'acqua (io conservo quella di cottura delle patate) e un cucchiaio di sale: l'impasto vi risulterà più morbido e appiccicoso di quello per la pizza.
Preparate le teglie (di solito con 1 kg di farina faccio 4 teglie di focaccia, potete ovviamente dimezzare le dosi).
Ungete la teglia e stendere l'impasto con le mani. Vietato economizzare con l'olio, se siete a dieta scegliete un'altra ricetta!
Coprite bene con un canovaccio e lasciate lievitare a lungo in luogo tiepido.
Farcite a piacere e infornate in forno già caldo (io lo porto a 250°, inforno e abbasso la temperatura a 225° circa, per una mezzoretta. Su un ripiano del forno metto una bacinella in acciaio con acqua per mantenere l'umidità).

Suggerimenti per la farcitura:
Io preparo gli ingredienti (pomodorini, la cipolla affettata, le zucchine) in ciotoline già puliti e tagliati e conditi con olio extravergine, sale pepe e origano. Li lascio marinare così per un'oretta e poi condisco la focaccia anche con il loro liquido.
Dal mio pusher di focaccia pugliese ci sono mille farciture differenti, oltre alla classica barese:
-verdure grigliate miste
-melanzane fritte, pomodoro e scamorza bianca
-patate, stracchino e crema di basilico
-barese classica tagliata e imbottita con burrata e prosciutto crudo
etc. etc. (ogni tanto si inventa qualcosa di nuovo!)