sabato 15 marzo 2008

Torta cacao e anacardi

Quella che io chiamo "torta americana" è un dolce che faccio da ormai 20 anni (venti??? Ohmioddioooo!!!) di cui mi passò la ricetta, ai tempi del liceo, una signora che portava il mio stesso nome.

Effettivamente, sono passati proprio 20 anni, non devo neppure usare la calcolatrice per controllare se ho fatto bene il conto: la assaggiai per la prima volta quando avevo 17 anni e mi feci passare subito la ricetta, fra pocopochissimo ne compio 37 e se la matematica non è un'opinione devo proprio constatare che faccio questa torta da così tanto tempo.

Credo che sia stata battezzata (da ignoti) "americana" perchè in qualche modo ricorda i brownies, infatti si può anche tagliare a quadrotti e conservare in una scatola di latta (cosa che, in verità, a casa mia non è mai successa: né quando abitavo con i miei, né durante i miei anni da single, né ora con la little family. Non ne avanza mai una briciola da conservare in ipotetiche scatole di qualsivoglia materiale).

Oggi ho addocchiato in dispensa una pericolosissima confezione di anacardi che, se non li avessi utilizzati per il dolce, mi sarei fatta fuori in una sola volta così... sgranocchiandoli uno dopo l'altro e poi uno ancora e poi tutto il barattolino. La torta comunque si può fare con le noci, le nocciole, le mandorle (anche un misto di tutte e 3), i pinoli (che a me non garbano particolarmente)... una volta ho provato a farla anche con le arachidi caramellate (quelle dei banchetti di S.Lucia, per intendersi): niente niente male...

Oggi tentiamo questo cashew-esperimento. Vediamo un po' che ne viene fuori... tra l'altro ci ha messo lo zampino Stefania: ha impastato tutto lei, ha persino sgusciato le uova!

TORTA CACAO E ANACARDI

90 gr di burro a temperatura ambiente
375 gr di zucchero di canna
3 uova intere
180 gr di farina 00
6 cucchiai di cacao amaro
150 gr di anacardi (o altra frutta secca, possibilmente tostata)
1 pizzico di sale

Sbattere le uova intere con lo zucchero, aggiungere il burro ormai sciolto e di seguito la farina setacciata insieme al cacao amaro.Per ultimi amalgamare gli anacardi tritati grossolanamente.Versare il composto in una pirofila e infornare a 180° per 20/25 minuti.Una volta sfornata, rovesciare su una griglia e lasciare raffreddare.

note: si può, appena sfornata, tagliare la torta a quadrotti e, quando è appena tiepida, metterla in un vaso o una scatola per biscotti, ponendo tra uno strato e l'altro un foglio di carta da cucina).

2 commenti:

  1. io amo moltissimo gli anacardi quindi...questa torta è fatta apposta per me....grazie
    Annamaria

    RispondiElimina
  2. Bellissima questa ricetta! L'ho fatto proprio ieri sera dato che io e il mio compagno andiamo pazzi per gli anacardi! E' gustosissimo questo dolce!!!
    Ciao!
    daniela120@virgilio.it

    RispondiElimina

lascia un segno del tuo passaggio...