lunedì 3 marzo 2008

Amarcord - parte II^

Sempre per la serie "piatti del (buon) ricordo", ecco una primo che avevo spesso il piacere di gustare nella mia trattoria preferita, "La Busa" del Chievo, che ora non c'è più.
A parte la cucina che ADORAVO, ricordo con immenso affetto le persone che la gestivano.
Peccato, cosa pagherei per un pranzettino da loro!
Uno dei primi che sceglievo spesso sono questo piatto, mi pare sia tipico del Cadore,
gli "Gnoc da Cadìn", che ho preparato oggi al volo per pranzo (sono davvero rapidi da fare!).


GNOC DA CADIN x 4 PAX
per gli gnocchi:
500 gr di farina
2 uova
latte q.b.
sale q.b.
per condire:
ricotta affumicata (del Cansiglio)
semi di papavero
burro

Mettete in una terrina la farina, le uova, il sale ed il latte necessario ad ottenere un impasto morbido e senza grumi. Versatelo a questo punto a piccole cucchiaiate in abbondante acqua bollente salata. Mescolare spesso lasciandoli bollire per circa 5 minuti; quando gli gnocchi vengono a galla, scolateli con il mestolo forato e impiattateli. Condite con (abbondante) burro fuso, cospargeteli con ricotta affumicata grattuggiata e semi di papavero.


Nessun commento:

Posta un commento

lascia un segno del tuo passaggio...