domenica 30 marzo 2008

Finalmente domenica...




...finalmente un corno, chiusa in casa con una così splendida giornata fuori. Che rabbia.
Abbiamo pasticciato un po' in cucina, io e la ex febbricitante (oggi pare vada meglio. Zitti tutti per scaramanzia), e tanto per cominciare abbiamo giocato a fare i taralli senza semi di finocchio (te l'avevo detto che avrei provato, Ciboulette!).
Diciamo pure che sono stati molto ma molto graditi, la prossima volta devo raddoppiare le dosi e sperimentare aggiunte: oltre ai semi di finocchio che a me piacciono, ma in casa non sono molto amati, vorrei provare le olive, i capperi, erbe aromatiche (origano per esempio) e quelli con la cipolla...
Dopo questa scorpacciata di taralli&vino per aperitivo, ho improvvisato un risottino agli asparagi bianchi anche per i miei (passavano di qui e si sono fermati a pranzo... portando anche un vassoio di mignon di Tomasi, slurp).
Si ringrazia la mia collega&amica e il suo maritino per l'omaggio (floreale): uno splendido mazzo di asparagi bianchi.




RISOTTO AGLI ASPARAGI BIANCHI




300 g di riso vialone nano Veronese
1 mazzo di asparagi bianchi della Mambrotta
1 scalogno
brodo vegetale
sale&pepe q.b.
un paio di cucchiai di panna
un bicchiere di vino bianco secco
olio extravergine di oliva
parmigiano reggiano grattuggiato
erba cipollina

Pulite gli asparagi con un coltellino o con il pelapatate, eliminate la parte bassa (un paio di cm) e tagliateli a rondelle, tenendo da parte le punte (io le conservo per fare una frittatina o una torta salata...). Fate appassire brevemente lo scalogno tritato fine in un paio di cucchiai di olio evo, unite gli asparagi e fateli andare a fuoco basso finchè saranno diventati teneri.
Aggiungete il riso, sfumare con il vino bianco e cominciare ad aggiungere mano a mano dei mestoli di brodo bollente.
Far cuocere il riso a fuoco lento mescolando costantemente, aggiustare di sale e pepe, e a cottura ultimata spegnete il fuoco, aggiungete la panna e il parmigiano grattuggiato e lasciare riposare per qualche minuto.
Servire con un trito di erba cipollina fresca.

15 commenti:

  1. Ma sei stata velocissima!! E ti sono venuti proprio bene!

    Grazie della citazione anche nel risotto, hi hi!!!
    Scherzi a parte, sai che non ho mai mangiato l'asparago bianco....

    Baci!!!

    RispondiElimina
  2. I taralli fatti in casa, che goduria! nel riso con gli asparagi metti la panna? Ricordi che la prima volta che mi hai rivolto la parola telematicamente è stato per dirmi che all' Aribandus il riso non lo potevo fare? Ma poi figurati se mi mettevo a spignattare in un luogo "foresto" con gente che non conoscevo... sarebbe parsa una prepotenza!
    tanti baci. nicola

    RispondiElimina
  3. @ Cibuolette - buono l'asparago bianco, qui in zona c'è quello della Mambrotta. E poi adoro quelli selvatici, a fine aprile/inzio maggio in una località che si chiama Pigozzo c'è la Sagra della Sparasina. Ho già l'acquolina al pensiero...
    @ Nicola - il risotto meglio farlo a casa e per pochi eletti. Ci metto un paio di cucchiai di panna (se ce l'ho in casa) per mantecare, è più goloso!

    RispondiElimina
  4. Ciao Golosastra devo farti i complimenti per il tuo blog e per le ricettine carine e presentate proprio bene!!!!!eheheheh
    dei risotti sono una patita e il tuo mi piace molto ...gli asparagi bianchi non li ho mai assaggiati....
    ciao Pippi

    RispondiElimina
  5. @ Pippi - anche tu non hai mai assaggiato gli asparagi bianchi? Per noi è normale trovarli in tutti i supermercati e fruttivendoli, perchè sono prodotti del territorio.
    Grazie per la visita e a presto!

    RispondiElimina
  6. Adoro gli asparagi bianchi, poi il tuo piatto è molto invitante.

    RispondiElimina
  7. ciao !
    ricambio la tua visita con un po' di ritardo...
    bello il tuo blog e buono il risotto agli asparagi, anche se nemmeno io ho mai assaggiato quelli bianchi; da noi non se ne trovano...

    RispondiElimina
  8. tu e ciboulette mi fate venire voglia id fare i taralli!

    Molto bello il risotto.
    comidademama

    RispondiElimina
  9. @ Andrea - i complimenti sono sempre molto gratificanti, ma quando arrivano da un professionista sono un onore! Grazie

    @ Panettona - diverse persone mi hanno detto che non trovano gli asparagi bianchi nella propria zona. Te li spedirei stravolentieri, ma purtroppo non arriverebbero mai in condizioni ideali!

    @ Comida - prova a fare i taralli con la tua bimba, si divertirà un sacco. Io dovrò invece prenotare una pedicure e portare la mia... e dovrò per forza scegliere uno smalto fuxia glitterato!!!
    Grazie per la visita e grazie ancora a tutti per i piacevolissimi commenti!

    RispondiElimina
  10. Mmmm ma quante belle ricettine hai postato ultimamente!! Questo risotto poi mi fa impazzire... e i taralli... ho fatto un periodo che me ne mangiavo un pacchetto al giorno e vedere i tuoi così gustosi me ne ha fatta tornare la voglia!

    RispondiElimina
  11. i taralli mi girano in testa già da qualche giorno..devo averli visti in giro ed è proprio arrivato il momento di tentare!

    RispondiElimina
  12. @ Monique - pensa che ieri ho confessato al mio "pusher" abituale di prodotti pugliesi (tra cui i taralli) che ho provato a farli in casa. Lui ha ammesso che una volta provato a farli in casa non riesci più a mangiare gli altri!!!

    RispondiElimina
  13. ma che bello il tuo blog!
    il risotto con gli asparagi binchi non l'ho mai mangiato ma mi intriga :-)
    tornerò a trovarti,
    saluti

    Mucca

    RispondiElimina
  14. ........e io con quelli verdi....siamo nella stagione giusta ehhhhh!

    RispondiElimina
  15. buono buono buono!!!!! slurp!!!!!

    RispondiElimina

lascia un segno del tuo passaggio...