domenica 26 ottobre 2008

Tu vuò fa l' americano...

Ebbene sì, qualche volta capita tutti di cedere alle tentazioni d'oltreoceano. E ogni tanto capita che in casa qualcuno acquisti una confezione di sciroppo d'acero, a mò di tacito invito a preparare un adeguato supporto mangereccio per "stappare" la bottiglietta.
Ad essere sincera io non impazzisco per i pancakes anche se, come molti della mia generazione cresciuta a pane, Nutella e tivù, mi hanno sempre tanto tanto incuriosito quando vedevo Arnold affrontare quella montagna di frittatine a colazione (infatti a casa mia i pancakes si chiamano "le frittatine di Arnold"!).
Stamattina, complice il ritorno all'ora solare che mi confonde sempre un po' le idee, ci siamo abbuffati all'ammmeregana.
Voilà la ricetta (anche qui ci sono millemila interpretazioni, provate, collaudate e scegliete quella che vi convince di più). Questa ricetta l'avevo trovata (pensate un po') in un vecchio catalogo di cucine country-style, l'ho riadattata nel tempo alle mie esigenze (meno zucchero, meno burro. E metà dosi, perché con mezzo chilo di farina si prepara la colazione per tutta la famiglia Bradford).



PANCAKES

250 ml di latte
2 uova
250 g farina
2 cucchiaini di baking powder (o lievito per dolci non vanigliato)
1 pizzico di bicarbonato
1 pizzico di sale
2 cucchiai di zucchero di canna
1 pizzico di cannella
50 g di burro fuso

Sbattete con il mixer il latte e le uova, aggiungete la farina (setacciata insieme al lievito e al bicarbonato), lo zucchero, la cannella e il pizzico di sale e il burro fuso (per fonderlo potete usare la padella dove poi cuocerete il pancake). Amalgamate con cura fino ad ottenere una pastella ben densa (le uova che ho usato erano grandine e ho aggiunto un paio di cucchiai di farina).
Scaldate bene una padella antiaderente, versate un mestolo di composto. Sarà pronto da girare quando sulla superficie si formeranno della bollicine. Girate quindi con l'aiuto di una paletta e portate a termine la cottura.

Servite con abbondante sciroppo d'acero, oppure con marmellata o miele. C'è chi mette anche la panna montata, chi le noci, chi la frutta secca o fresca. Insomma, mangiateli come più vi garba. Beh, confesso che io li ho provati con la nutella e pure con il dulce de leche. E continuo a preferire le brioche!

14 commenti:

  1. uhhhh ma sono bellissimi...sai che io non li ho maifatti dolci per colazione...insomma tutto quello sbattimento appena alzati non è da me...li ho fatti salati a cena....buona domenica sbandata ma bella!

    RispondiElimina
  2. bella bella anche la tua rielaborazione molto bella

    RispondiElimina
  3. Anche tu contagiata dalla mania dei pancakes?? bellissimi però...!!
    baci baci

    RispondiElimina
  4. io di burro ne ho messo ancora meno,
    e ti dirò che non mi dispiacciono per niente, quando sono ancora caldi
    ....ma se sono freddi, allora vada per briosche, risini, crostatine.....
    spero vadano un po' meglio le cose...
    ciaooooo, baci!

    RispondiElimina
  5. non le ho mai mangiate...devo rimediare:-)
    Annamaria

    RispondiElimina
  6. Così come l'hai realizzata tu... diventa davvero invitante... grazie!

    RispondiElimina
  7. Il primo incontro con le frittelline americane è stato guardando i classici di Walt Disney...adoravo vedere quei dischi morbidi e dorati su cui paperino e topolino colavano uno sciroppo ambrato e colloso. Quando sono stata in America me ne mangiavo un bella porzione magari con l'aggiunta di mirtilli e fragole...una goduria. Qui a casa però non li faccio mai...troppo impegno di prima mattina :D. Aspetterò il prossimo viaggio negli States oppure posso provare a comprare lo sciroppo e vedere se qualcuno capisce....
    Un bacione e buona settimana
    Fra

    RispondiElimina
  8. Fantastici!Io li amo in tutte le salse, sia salati che dolci.Sai che faccio per evitare lo sbattimento?ne preparo un tot e poi congelo l'eccedenza.Devo dire che poi la sddisfazione è comunque massima!:)
    Bacione
    saretta

    RispondiElimina
  9. anche io preferisco la brioche, ma fare gli americani e' divertente ogni tanto....a me con lo sciroppo d'acero sono piaciuti molto, piu' che con la nutella!

    Per me i pancakes sono le frittelle di paperino, e la tua montagnetta assomiglia proprio alla sua!!!

    RispondiElimina
  10. Grazie a tutti/e per i commenti, passerò di qui a leggere ma non avrò troppo tempo per rispondere, purtroppo.
    I pancakes erano buoni anche stamattina (5 secondi nel microonde e via) ma proverò a congelarli (anche se sono rapidissimi da preparare al momento se si dispone degli ingredienti).
    Un abbraccio gigante!

    RispondiElimina
  11. Che sciccheria Arnold in francese!

    Invece l'accoppiata con il dulce de leche mi convince meno...

    RispondiElimina
  12. lo sciroppo d'acero l'ho comprato, ora ho anche trovato la tua ricetta, è evidentemente un segno del destino! Grazie!

    RispondiElimina
  13. lo sciroppo d'acero ce l'ho nell'armadietto e arriva direttamente dal Canada devo solo fare i pancake e qui c'è la ricetta grazie!!! baci Ely

    RispondiElimina
  14. rilancio...e i crumpets? che faccio? si torna negli states?

    RispondiElimina

lascia un segno del tuo passaggio...