giovedì 18 giugno 2009

La torta (sbagliata) alle ciliegie.

Da un po' di tempo meditavo di preparare questa torta di Elisabetta, perché ero certa che la mia mamota l'avrebbe adorata ma, a causa di qualche misterioso disegno del fato, ogni progetto sfumava: una volta non avevo abbastanza ciliegie (eh, secondo voi perche si dice che "una tira l'altra"?), un'altra volta sono troppo in ritardo, poi non ci sono le uova... ma insomma, ce la farò?
La scorsa domenica mattina, nonostante il caldo atroce, avevo a disposizione tutti (ma proprio tutti) gli ingredienti. E torta sia!
Preparo tutti gli ingredienti sul tavolo con largo anticipo, fuori il burro e le uova dal frigo, trito le mandorle finissime, peso la farina e snocciolo pazientemente la trentina di ciliegie con il malefico marchingegno schiacciadita.

Ok, il burro è morbidoso...via, si parte.

Monto le uova con lo zucchero, aggiungo il burro, aggiungo la farina con il lievito, mescolo e... nooooooooooooooooooooooo... asp...azz...noooooo...NOOOOO! Non erano 250 di farina, ma 150! Perché mi sono fidata della mia (labile) memoria? Porcalamiseriaccia e ora? Che faccio?
Vabbé qualcosa mi invento. Niente sprechi.

Ecco a voi, signore e signori, la torta sbagliata che si è trasformata in una crostata alle ciliegie!


CROSTATA ALLE CILIEGIE

impasto:
250 gr di farina tipo 00
80 gr di zucchero di canna
80 gr di burro morbido
2 uova
1/2 bustina di lievito per dolci
1/2 cucchiaino di cannella in polvere
1 pizzico di sale

farcitura:
una trentina di ciliegie, snocciolate
80 gr di mandorle tritate finemente
1 cucchiaio di zucchero di canna

decorazione:
una cucchiaiata di mandorle a scaglie
un cucchiaio di zucchero di canna

Accendere il forno a 175° (ventilato) .
Montare le uova con lo zucchero, aggiungere il burro morbido (con questo caldo è sufficiente tirarlo fuori dal frigo un'oretta prima,tagliarlo a tocchetti e sarà perfetto), quindi la farina miscelata con lievito, cannella e un pizzico di sale.
Amalgamate bene gli ingredienti, quindi dividere in due l'impasto, stenderne una parte in una pirofila imburrata (io, da bambina obbediente, avevo già preparato una tortiera in ceramica diametro 24 cm, tuttavia in un'eventuale futura occasione utilizzerei una tortiera poco più grande). Sistemare al centro (lasciando un cm di bordo) le mandorle tritate, le ciliegie spezzettate grossolanamene, e distribuite una cucchiaiata di zucchero di canna. Stendete (eventualmente con l'aiuto di un mattarello) l'altra metà di pasta, quindi sistematela delicatamente sopra la farcia pressando con le dita i bordi per sigillare.
Decorate con le mandorle a scaglie e lo zucchero di canna, infornate per 40/45 minuti circa.

La mamota ha moooolto apprezzato!

20 commenti:

  1. Ma dai, sbagliando hai tirato fuori questa bella crostata!? Tanti complimenti allora, l'aspetto è bellissimo, l'avrei apprezzata anch'io sicuramente!

    RispondiElimina
  2. Io l'avrei apprezzata eccome!!! brava!!

    RispondiElimina
  3. Bella questa torta e per fortuna che era sbagliata!!! :)
    Proverò a farne una versione veg... incrocia le dita per me (...hahaha)

    RispondiElimina
  4. non tutti i mali vengono per nuocere, non è niente male a volte capita eccome se capita

    RispondiElimina
  5. Anche a me succede spesso di sbagliarmi a leggere e combino dei gran casotti. Ma la tua torta è venuta ottima lo stesso e hai creato una tua crostata personalizzata :-)

    Ciao
    Alex

    RispondiElimina
  6. Ciao! buona però..nonostante non corrispondesse alle tue intenzioni iniziali....l'hai riadattata alla perfezione!
    bacioni

    RispondiElimina
  7. Vieni a parlare a me di ciofeche?Tu hai prodotto un capolavoro, altro che!!!Ne rubo una fettina per darmi un po' di carica ok?
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  8. Non c'è proprio niente di sbagliato in questa magnifica torta! SLURP! :))

    RispondiElimina
  9. Avrai anche sbagliato ma è vunuto fuori un capolavoro di ciliegie ottimo davvero....stampo la ricetta mi incuriosisce molto....ciaoooo

    RispondiElimina
  10. veryyyy goooood!!!
    che ne dici di sbagliare ancora e portarne un pochino mrcoeldì prox?
    dai che facciamo 2 passi tra le chiese medievali di brenzone!
    non poi non avere una smisurata passione per le chiesette medievali gardesane! eh? eh?
    buonissimo venerdì!!!
    baciussss

    RispondiElimina
  11. Asp... azz...che ingredienti sono?:-)
    Buona la crostata! è l'unica torta che riesco e che preparo: 280 gr di farina quando nn sbaglio.
    Complimenti x la simpatia.
    Ste

    RispondiElimina
  12. Bè direi che come sbaglio ha un aspetto ottimo!!!!
    Un bacione
    fra
    Ps io proprio non ci sto riuscendo a conservare le ciliege abbastanza a lungo per farci una torta ;D

    RispondiElimina
  13. mi vorresti dire che hanno fatto storie per mangiarla???? non ci credo proprio ;-)

    RispondiElimina
  14. Anche io alle volte combino delle cavolate allucinanti, anche peggiori della tua... però sai, spesso è da queste che escono fuori piatti meravigliosi e nuovi!
    A presto
    Gialla

    RispondiElimina
  15. Avrai anche sbagliato, ma la crostata è splendida....a quanto pare l'altra torta non s'ha proprio da fare! Scherzi a parte, siamo davvero incantati, appena avremo dato l'avvio al commento, ci salveremo questa magnifica ricetta sbagliata perchè se il risultato è questo, non possiamo perdercelo!
    Baciotti da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  16. Ehiii passa da me che c'è un giochino per te!!!!

    RispondiElimina
  17. @ Tania - meno male sono riuscita a rimediare, và!
    @ Federica - prima o poi giuro che riuscirò a fare la torta di ELisabetta!!!
    @ Spighetta - bravissimaaaa, incrocio tutte le 20 dita e aspetto di "assaggiarla" sul tuo blog!
    @ Gunther - davvero, qualche volta dagli errori nascono dei piccoli miracoli!
    @ Cuoche dell'altro mondo - Alex, sapessi quanti pasticci inconfessabili combino! Se le piastrelle della mia cucina potessero parlare...
    @ Manu e Silvia - quando si dice "fare di necessità virtù"... ihihi, almeno ci ho provato!
    @ Saretta - yeeeah, sei carica ora? Vuoi che combino un'altra superciofeca?
    @ Rossana - grazieee!
    @ Lady Cocca - ma benvenuta! Grazie della visita!
    @ Brii - per sbagliare ancora mi devono avanzare delle ciliegie... peccato che sia così difficile che ne restino! Per merc prox ti dico: MAGARI!
    Peccato che qui si lavooora!
    @ Anonimo - Azz&Asp sono i due ingredienti fondamentali! Ciao!
    @ Fra - vedi, allora non sono l'unica! Evviva le ciliegie!
    @ Astrofiammante - ma secondo te qui fanno storie? Mia mamma con la scusa che non è troppo dolce se ne è fatta fuori 2 fette dopo pranzo, il nonnolallo (diabetico!) se l'è pure portata a casa per merenda...
    @ Gialla - io potrei scrivere un diario dei pasticci, così poi ci rido sù... quasi quasi lo faccio!
    @ Luca and Sabrina - l'altra torta è diventata una sfida. Ora DEVO riuscire a farla! Un abbraccio!
    @ Spighetta - fatto! Grazie <3!

    RispondiElimina
  18. Allora sono io, adesso, che dovrò provare la tua versione ;-)!!!
    baci, buona domenica

    RispondiElimina
  19. Ehiii cri, ci credo che la tua mamma abbia apprezzato!!! E' proprio bella! il tipo di dolce che piace infinitamente anche a me!
    Per il discorso dei libri, per il momento non posso partecipare, sono in periodo esami e lascerei sicuramente correre, fino a dimenticarmene, ma da agosto-settembre in poi, sicuramente va bene!
    Tanti bacioni
    Ago :-D

    RispondiElimina

lascia un segno del tuo passaggio...