martedì 19 gennaio 2010

INSALATINA DI PUNTARELLE

INSALATINA DI PUNTARELLE


...con dressing al miele e balsamico e crostini di pane ai semi di girasole (giusto per non pubblicare un post dal titolo wertmulleriano).

In origine i crostini erano 'croccante di pane ai fichi' (ricordate il mio vegmenu ispirato alle proposte di Andrea Alfieri del Sempione42?) ma siccome io sono decisamente più ruspante (la verità è che il pane ai fichi non ce l'ho) la variante ci stava 'na meraviglia e guarda caso mi avanzava giusto giusto del pane ai semi di girasole preparato sabato. Perfetto per ricavare una manciata di crostini.

Questa mattina mentre facevo la spesa ho addocchiato certe catalogne che mi guardavano sull'attenti, quasi a voler attirare la mia attenzione. Pronti, via.
Avevo già in mente il pranzettino.
Solo che, da brava padana, mica mi sono mai cimentata in vita mia con le puntarelle. Mai mai mai. Anzi, credo di averle mangiate davvero pochissime volte (anche perché spesso mi venivano proposte con l'acciuga che io detesto con tutto il mio cuore).
E quindi? Bon, proviamoci comunque. In rete ci sono un sacco di consigli anche 'fotoguidati'  (per esempio questo) per cui tutto sommato non è difficile, basta un po' di pazienza.
La catalogna che ho acquistato non è proprio quella cicciona che si vede nelle immagini che vi ho linkato, ma quella lunga (so' troppo tecnica?) che però ho scelto badando bene che possedesse un cuoricino bello consistente di foglioline tenere che ho accuratamente pulito e tagliato a striscioline con l'aiuto dello spelucchino (le foglie 'normali' le ho lessate in abbondante acqua salata).
Ho messo in ammollo in acqua fredda con cubetti di ghiaccio, acidulata con mezzo limone, per un'oretta circa le striscioline, che si sono arricciate benissimissimo.
Ho preparato un dressing con mezzo cucchiaino di miele di tarassaco (grazie alle mie consulenti online, Valentina ed Enza!) mezzo cucchiaino di aceto balsamico: ho messo il tutto in una tazzina da caffé e scaldato brevemente nel microonde per liquefare il miele, regolato quindi di sale e pepe.
Ho condito con un cucchiaino di olio extravergine i ricciolini, li ho cosparsi con il dressing e ho aggiunto una generosa manciata di crostini (ovvero pane ai semi di girasole tagliato a cubettini e tostato brevemente in padellino antiaderente appena appena unto di olio extravergine).

Sono ufficialmente innamorata dell'insalatina di puntarelle!

22 commenti:

  1. che delizia questa insalata....davvero gustosissima e saporita!!bacioni imma

    RispondiElimina
  2. stai spudoratamente replicando il menù di domenica? aspetto i gnocchi e il sorbetto!mai assaggiate nemmeno io le puntarelle, troppa padanitudine?

    RispondiElimina
  3. l'ho sempre adorata e la mangio da una vita. Le puntarelle sono deliziose. Qui si usa tantissimo mangiare un piatto di puntarelle e bufalina, oppure mozzarella normale, il tutto condito semplicemente con un filo di olio, sale e pepe. Una bontà. IO però che non mangio più formaggi mi accontento di tagliare a rondelle e metterle nell'insalata, soprattutto con noci e spicchi di arancio (o clementine di stagione). Ma le ho mangiate anche in una insalata con ananas, altrettanto buonissime. La tua variante ammetto che mi stuzzica tantissimo, soprattutto con i crostini di quel pane sicuramente eccezionale, perché i semini di girasole mi piacciono da morire :)

    RispondiElimina
  4. Tesoro quando vuoi per le consulenze... tu me ne dai di continuo... e poi oramai che ti conosco non riesco a farne a meno del tuo ciarlare, anzi del nostro ciarlare.. baciottosi

    RispondiElimina
  5. squisite le puntarelle!
    io di solito le faccio con l'acciugata, ma quest'idea mi sembra buona... da provare insomma!

    RispondiElimina
  6. Sono buonissime le puntarelle, ma qui non si trovano :(

    RispondiElimina
  7. siamo in due ad essere più che sufficientemente innamorate di questa insalatina colorata che mi fa sentire la primavera ! :-)
    un baciotto
    Pippi

    RispondiElimina
  8. adorooooooooooooooo!!!!catalogna e puntarelle mon amour!!!baciotto

    RispondiElimina
  9. Le puntarelle sono tipiche di Roma, questo lo sai, dove si mangiano con l'aggiuga, che tu purtroppo detesti.
    Se cambi idea prova la versione romana, merita. :)

    Anche questa comunque sembra buonissima, la rifarò qui al sud.
    Più puntarelle per tutti!

    Un abbraccio,
    CP

    RispondiElimina
  10. io amo tantissimo le puntarelle, e quest'insalatina devo dire che, condita così, deve essere fantastica!

    RispondiElimina
  11. Interessantissima ricetta! Io le ho sempre e solo mangiate con l'acciuga, devo provare la tua versione...

    RispondiElimina
  12. Il fatto di essere lazio-molisano in terra sabauda mi porta a mangiarle almeno una volta a inverno. Ehi, ma ora che mi ricordo, non ho ancora provveduto questa stagione, devo rimediare subito. Prenderò spunto dalla tua ricetta!

    RispondiElimina
  13. Nemmeno noi abbiamo mai cucinato le puntarelle, ma appena le vedremo guardarci come hanno guardato te....
    Complimenti per questa bella insalata, il miele ed il balsamico sono un tocco specialissimo!
    Baci da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  14. p.s. ho realizzato da poco un blog di sole ricette per mdp fattibili anche a mano se ti fa piacere dare una sbirciatina ti lascio il link,baci
    http://ricetteconlamdp.blogspot.com/

    RispondiElimina
  15. Ecco, è una vita che non mangio pentarelle, mi sa che le prendo domani al mercato!
    baci

    RispondiElimina
  16. oggi fioccano puntarelle ovunque... e come ho già detto da lo, io le adoro letteralmente quindi non posso che esserne felice

    RispondiElimina
  17. annò, sei la terza da cui leggo di sta storia di mangiare crudo quello che ho sempre mangiato cotto, adesso basta, mò devo provare pure io. Anche se con sto freddo a dir la verità....

    RispondiElimina
  18. Epperò, che cura anche nel fare un'insalata! Dev'essere spettacolosa!
    Ma senti, 'sto pane al miele?? Sei bravissima nel replicare i piatti del Sempione42, perché non anche questo? :) Mi incuriosisce molto!
    Un bacione!

    RispondiElimina
  19. Ah, aceto e miele assieme sono una bomba! Io li ho testè provati con il pollo:

    http://rosmarina90.blogspot.com/2010/01/cena-similcinese-chez-mua.html#comments

    Notteeeee!

    RispondiElimina
  20. Adoro le puntarelle!mi piace tantissimo la tua presentazione!
    Baciiiiiiiii
    sciop

    RispondiElimina
  21. pure io mi sono innamorata perdutamente delle puntarelleeeeeeee... sono troooooooopppppooooo bbbuoneeee :))))
    sto dressing mi intriga un sacco :))
    baci broccolosi ahahah

    RispondiElimina

lascia un segno del tuo passaggio...