domenica 5 settembre 2010

FARINATA DI CECI CON CIPOLLA ROSSA DI TROPEA E ORIGANO FRESCO

FARINATA ALLA CIPOLLA DI TROPEA E ORIGANO FRESCO

Non ho alibi, nemmeno il caldo, che ormai non mi tortura più. Mi rimane in giro per ogni cellula un'infinita blog-pigrizia, che stasera cerco di vincere per una ricetta 'on demand'.
La farinata di ceci (o cecìna che dir si voglia) è una meravigliosa creatura a base semplicemente di farina di ceci, acqua, olio extravergine. Una 'veg-bistecca' sfiziosissima, un secondo proteico golosissimo, un graditissimo aperitivo, un amatissimo antipasto, un versatilissimo passepartout (per esempio nel panino... chevvelodicoaffà?). Insomma, questa overdose di superlativi solo per farvi capire a chiare lettere, pure in grassetto e maiuscolo, che mi piace da matti. Dapprima la scoprii in versione 'classica', prima a Torino dove praticamente ogni pizzeria ha nel menu anche la farinata. Poi in Toscana dove si fa chiamare cecìna. Poi nella mia cucina dove ogni volta ci si inventa un 'vestitino' nuovo. Con le zucchine e la maggiorana, con le patate e il rosmarino, con le patate e i porri, con i peperoni e il basilico, con i carciofi e il timo fresco (mammamiachedelizia), con i fiori di zucchina e i semi di papavero... con quel che offre la dispensa, l'orto, la fantasia e suggerisce l'acquolina.
Quest'estate che va concludendosi una delle versioni più quotate è senza dubbio questa, provata per caso e diventata subito un must, graditissima anche ai bambini (e giuro che non l'avrei mai detto!).
Vi lascio la ricetta, facilissima e suscettibile di tutte le interpretazioni che vorrete!

FARINATA DI CECI ALLA CIPOLLA ROSSA DI TROPEA E ORIGANO FRESCO
gr 250 di farina di ceci
gr 750 di acqua
4 cucchiai di olio extravergine
1 cipolla di Tropea
1 rametto di origano fresco
sale&pepe

Preparate la pastella con la proporzione di 1:3,  aggiungete l'acqua poco per volta alla farina setacciata in modo che non si formino grumi, lasciatela riposare una notte  (o la mattina per la sera)  o come minimo un paio di ore. 
Una volta 'riposata' la pastella, rigiratela con la frusta, aggiungete un pizzicone di sale e un paio di cucchai di olio 'bono'.
Affettate la cipolla; io la aggiungo a crudo, da quando ho questo attrezzino stracomodo che mi consente di affettare la cipolla sooooottilissima quasi trasparente. Altrimenti passatela brevemente in padella, affinché non risulti antipaticamente 'dura' dopo la cottura in forno.
Accendete il forno alla massima temperatura. 
Ora, senza arrivare a disquisire sulla tipologia di teglia che deve essere usata per la farinata, (pesante rame stagnato. Prima o poi me la regalo!) io vi dico che nella mia cucina si fa di necessità virtù e utilizzo una banalissima teglia da forno antiaderente. 
Vabbé, antiaderente è una parola grossa, chiamiamola semplicemente 'placca da forno'.
Mi hanno spiegato (spero sia vero, io ho abboccato come un'allocca e utilizzo questo sistema) questa procedura da seguire: una volta portato il forno a temperatura, infilare la placca nel forno bollente per qualche minuto, quindi tirarla fuori, oliarla e aggiungere la pastella, quindi infornare la farinata.
Potete aggiungere le verdure e le erbe aromatiche alla pastella prima di infornarla oppure, per un risultato estetico più gradevole, distribuirle sulla pastella già nella teglia (purché siate rapidi).
Infornate immediatamente per 30-35 minuti, fino al raggiungimento di una buona doratura (se necessario aggiungere un paio di minuti di grill).
Servire calda, accompagnando con il pepe da grattuggiare allegramente.

29 commenti:

  1. non ho mai pensato di mettere la cipolla nella farinata ma è un idea che mi piace, la prossima volta provo

    RispondiElimina
  2. neanch'io l'ho mai fatto, ma mentre leggevo mi si è attivata la salivazione. al prossima volta ci provo. ma quant'è buona la cecina?!?!?!

    foto bella bella!

    RispondiElimina
  3. La amo laamo la amo: la Farinata è uno dei miei piatti preferiti!!! che sfiziosità la tua, Cri!

    RispondiElimina
  4. Ciao, ti scopro oggi con questa ricetta che mi cattura felicemente! Adoro la farina di ceci (che fra l'altro è naturalmente gluten free) e ancor di più le cipolle!!!
    A presto
    Stefania

    RispondiElimina
  5. Ma quanto è bbona la farinata?!Il tocco di Tropea dev'essere il massimo!!!!bacionissimi Criiiiiiiii

    RispondiElimina
  6. Ciao cara, non ho mai pensato alla cipolla rossa!!! è un'ottima idea!!! sicuramente dà più sapore alla già buonissima farinata!!! grazie dell'ideuzza!!! buona settimana tesoro...;-D

    RispondiElimina
  7. Dev0essere buonissima, io non posso mettere la cipolla perchè rischierei di essere buttata fuori di casa da Blunight, però direi che per il resto è tutto ottimo.

    RispondiElimina
  8. Dev0essere buonissima, io non posso mettere la cipolla perchè rischierei di essere buttata fuori di casa da Blunight, però direi che per il resto è tutto ottimo.

    RispondiElimina
  9. golosastra golosastra...la cecina è una cara amica...e in effetti con le cipolle...gnam! anche il pollaio ne va pazzo!

    RispondiElimina
  10. @ Gunther - prova con tutto quel che ti piace!
    @ La Gaia Celiaca - grazie cara! La cecina/farinata è una delizia, si è capito che la adoro?
    @ Enza - amen!
    @ Francesca - per noi è perfetta no?
    @ Fantasie - benvenuta, porti lo stesso nome della mia bambina!
    @ Saretta - in effetti è sfiziosa, penalizza un po' la vita sociale ma ogni tanto sepuoffà!
    @ Luciana - ciao buona settimana a te!
    @ Blunotte - approfittane quando è assente ;)
    @ Lo - tesoro, lo so che anche tu sei uno dei soci onorari del 'club dei golosi divoratori di farinata'! Bentornata!

    RispondiElimina
  11. con la cipolla rossa è la prima variante che ho provato, con il rosmarino però! ma sono troppo invidiosa del tuo origano fresco!!bacio

    RispondiElimina
  12. culpa mea maxima culpa:non l'ho mai fatta pur vivendo in toscana da una vita:-)
    la faccio e prendo spunto dalla tua proposta perché oltre all'acquolina che mi ha provocato tra gli ingredienti ne trovo uno speciale..la passione con cui ne parli

    RispondiElimina
  13. Wow, questa ricetta mi ha fatto venire l'acquolina in bocca già di primo mattino!! La prossima cosa che inforno sarà sicuramente questa ^_^

    RispondiElimina
  14. e comunque, come sempre, appetito e frustrazione della cuoca mancata che sono fanno a lotta dentro di me.. :)sempre mi sorprendi!
    apetta furibonda

    RispondiElimina
  15. Mia madre anni e anni fa comprò la farina, decisa a farla...non la fece mai... Io continuo a dire "appena trovo la farina la faccio", non l'ho ancora trovata...Sarà destino? :-)

    RispondiElimina
  16. hey la! son tornata fra voi! come stai Cri?la farinata in questione l'ho fatta giusto ieri e ti posso solo ringraziere della ricetta.. non l'avevo mai provata con la cipolla rossa.. e devo dire che è affettivamente divina! merci!

    RispondiElimina
  17. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  18. Amo la farinata e l'idea di arricchirla con cipolla di tropea e origino mi intriga un sacco!
    fatalità hopostato una focaccia con cipolle di tropea...e tutte quelle che avevo poi le ho usate per unaltra cosuccia...ma appena le ricompro prova quest'idea!!!

    RispondiElimina
  19. jennifer gargiulo Marrapese22 settembre 2010 11:07

    Che bello trovare questo blog da Singapore! Mi viene nostalgia di Verona...Complimenti!

    RispondiElimina
  20. @ Giò - allora proverò io cipolla+rosmarino!
    @ papavero di campo - caspita, è arrivato il momento!
    @ Giulia - bene, sono contenta di contagiare un po' di golose!
    @ Apetta - mai quanto mi sorprendi tu ;)
    @ Aiuolik - allora è arrivato il moemento di sfidare il destino!

    @ Maya - ma ciaaaao! Bentornata!

    @ Chiara Maci - grazie Chiara!

    @ terry - fammi sapere se ti è pioaciuta!

    @ jennifer gargiulo Marrapese - Jennifer, il piacere è mio, davvero! Tra l'altro il cognome Marrapese mi è familiare! Soprattutto se è cognome 'acquisito'!

    RispondiElimina
  21. Jennifer Gargiulo Marrapese23 settembre 2010 03:52

    Si, certo acquisito da Michele...gli ho raccontato del tuo blog e mi ha detto che ti conosce! Che sei molto bella ma non sapeva che tu cucinassi cosi' bene! E poi mi sono ricordata di averti incontrata con lui una volta tanti anni fa (circa 15) vicino a un lungadige e avevi una lacoste blu!

    RispondiElimina
  22. Ma non su cucina! Ciao e complimenti ancora. Le ricette sono bellissime.

    RispondiElimina
  23. Enza mi ha regalato un pacco di farina di ceci e appena finisco questa maledettissima dieta dovrò finalmente provare la farinata.
    Un bacio e bentrovata
    A.

    RispondiElimina
  24. Ciao, questo piatto è fantastico, ma neppure gli altri sono da meno. Bravissima anche per le belle foto

    RispondiElimina
  25. capito qui x caso cercando un modo goloso per uccidere un pacchetto di farina di ceci.. e guarda che trovo!! 1000 spunti golosi, ti seguo al volo, cara! a presto!

    RispondiElimina

lascia un segno del tuo passaggio...