venerdì 31 luglio 2009

I Risallegri della Pepi!

Tutta colpa di Alex, che con il suo post di oggi mi ha fatto venire voglia di tirare fuori le mie stoffette. Vabbé, come primo esperimento non ho osato molto.
Colpa anche della Pepi, che ieri è andata in gita alla Riseria Ferron, dove hanno preparato i biscottini con la farina di riso.
Peccato che il biscotto che aveva portato a casa per souvenir si sia disintegrato in mille briciole, spiaccicato nello zainetto in mezzo alla bottiglietta d'acqua, l'ex succo di frutta, i fazzoletti di carta, etc.
Ovviamente la suddetta Pepi era disperata per le pessime condizioni del suo biscotto, e la mamma per consolarla le ha detto: "ma dai, non ti preoccupare. Li prepariamo anche noi!".
Sì, lo so. Sono pazza. Ho acceso il forno.
Ma sono riuscita a sopravvivere e vi lascio la ricettina.

I RISALLEGRI DELLA PEPI
(ricetta rivisitata, l'originale è della Riseria Ferron)
350 gr d farina di riso
200 gr di burro morbido
100 gr di zucchero
1 uovo
1 pizzico di sale

per guarnire: marmellata di more della nonna Gagia

Disponete la farina a fontana, mettete tutti gli altri ingredienti al centro e lavorate velocemente finché otterrete un composto omogeneo.
Avvolgete nella pellicola e lasciate riposare in frigorifero per almeno 20 minuti (io l'ho lasciato un'oretta).
Portate la temperatura del forno a 180°, tirate fuori dal frigo l'impasto e lavoratelo brevemente.
Formate delle palline grandi più o meno come una noce, disponetele distanziate sulla placca del forno.
Pendete un cucchiaio di legno da cucina e con il fondo del manico pigiate il cocuzzolo della pallina in modo da formare una conchetta al centro, dove sistemerete una puntina di marmellata (al corso di pasticceria abbiamo dato questa forma alla pasta di mandorle).
Infornate per 15/20 minuti.

note - non so che forma avessero in origine questi "Risallegri", dato che sono arrivate a casa solo briciole.