venerdì 12 settembre 2008

I crackerini della gallinella

Ebbene sì, ho (finalmente?) ceduto alla tentazione di affrontare l'inesplorato mondo della Pasta Madre. Da tempo immemore guardo qua e là sui vari blogs e/o siti papparecci, e mi incuriosisco, e mi spavento anche (perché temo di dimenticarmela e lasciarla morire... che tragedia!) e quindi rimando all'infinito la grande prova.
Mercoledì ho avuto un raptus di follia e zacchete, ci ho provato. Questo misterioso blob che vive nella mia ciotolona di vetro pare davvero un essere vivente (confesso che questa mattina sono stata sul punto di dargli il buongiorno, ma mi sono trattenuta. A proposito, ci sono prove che parlando con la pasta madre questa dia migliori risultati, tipo con le piante?).
Ho iniziato pigliando una ricetta a caso (caspita, ce ne sono milleottocentonovantadue differenti), letta qui. E oggi, come da regolamento, ho fatto il primo rinfresco.
Ho letto da qualche parte (e qui mi cogliete impreparata, perché proprio non so citare la fonte) che con il pezzetto di pasta madre avanzato dal primo rinfresco è meglio non fare il pane, meglio preparare grissini o crackers. Crackers! Yessssssssssssss!
Sono andata a ripescare la ricettina della mia gallinella preferita, e ho preparato questi crackerini con i semini di Ajwain (che mi ha fatto ri-scoprire Elena/ComidaDeMama)...
Non chiedetemi di assaggiarne uno. Sono spariti (qualcuno, assaggiandoli, ha detto: ma che strano origano hai usato?) nonostante la diffidenza verso questi strani semini.


CRACKERS ALL'AJWAIN (minivariante della ricettina di Lo)
da 150 gr a 300 gr di pasta madre (io ne ho utilizzata 200 gr)
5 cucchiai di olio extravergine di oliva
250 gr di farina 0
120 gr di acqua
2 cucchiaini di sale (di Cervia)
una manciata di Ajwain

Aggiungete un cucchiaino di sale alla farina, mescolate e disponete a fontana.
Mettete al centro la pasta madre a pezzettini, aggiungete l'olioextravergine e l'ajwain, aggiungete quindi l'acqua poco per volta e impastate a lungo: l'impasto dovrà risultare morbido e un po' appiccicoso.
Formate una palla e lasciatela lievitare in un luogo tiepido e lasciamolo lì per almeno 3 o 4 ore. Portate la temperatura del forno a 190°, stendete la pasta in uno strato sottile e tagliatela a quadratini con la rotella.
Disponete i crackers sulla placca del forno, pennellate di olio extravergine e spolverizzate con un cucchiaino di sale di Cervia.
Cuocete per circa 15' finché risulteranno ben dorati.

10 commenti:

  1. Sono bellissimi, ti son venuti proprio bene!
    Una volta li feci anch'io con la pasta madre, peccato non ho più pasta madre nè intendo ripetere la "schiavitù"!!!
    Bravissima complimenti!!!

    RispondiElimina
  2. ma dai i semini non li conosco...ma davvero hai fatto la pasta madre? uhhhhhhhhh ....si comunque le devi parlare, dire che le vuoi bene, salutarla quando la riponi, confidargli i tuoi segreti...e lei cresce a meraviglia...pensa che la mia ha 1 anno e 7 mesi...tenera!

    RispondiElimina
  3. C'è un premio per te! Passa a ritirarlo!
    Silvia

    RispondiElimina
  4. @ Luciana - spero di riuscire a mantenerla...la costanza non è tra le mie (poche) virtù!
    @ Lo - io li assaggiai anni fa in egitto (facevano certi paninetti deliziosi a colazione) e li ho cercati per anni... Elena mi ha illuminata! Quando la tua pasta compie due anni facciamo la festina?
    @ Silvia - graaaaazie, che bello!

    RispondiElimina
  5. belli!!! mi hai fatto morire con la storia del "buongiorno"!!!..
    Ciao e salutami tanto anche lei!!!

    RispondiElimina
  6. Ti sono venuti perfetti! Complimenti!!! Laura

    RispondiElimina
  7. Ehi ma ti sono venuti proprio bene questi crekerini!!
    Abbiamo provato anche noi a suo tempo ed effettivamente non è facile farli.. complimenti!!

    RispondiElimina
  8. eh mi sa che devo studiare un po'...
    nun so chi è la pasta madre...ed è pure chiaccherona....

    RispondiElimina
  9. Complimenti per i cracker, hanno un'aspetto davvero invitante; è un pò che ci penso alla pasta madre, ma poi desisto per l'impegno costante...
    Veramente brava! Buona domenica Giovanna

    RispondiElimina
  10. che belli...e il lievito madre...che voglia ho di farlo anch'io...ma quello che temo di più è che dopo debba preparare sempre qlcosa x utilizzare i rinfreschi...

    RispondiElimina

lascia un segno del tuo passaggio...